Semiotica del progetto: la via pragmatista / Design Semiotics: The Pragmatistic Route

  • Salvatore Zingale
Keywords: design, semiotics, habits, pragmatism, pragmatistic maxim

Abstract

The semiotics research in the design field often deals with the problem of meaning. Beyond aesthetic and functional issues, it is a “problem” due to its relation with the fact that the world of the artifacts is not always structured as a system of signification, where the meaning identification of an object is often merely a descriptive exercise. The vision of the artifacts within the social practices still – even if relevant in the socio-semiotics – leads, in my view, to partial results.
Thus, from where should one start to identify the sense of things? The answer, that is, the direction of research, theoretical and applied, is then sought within the Peircean pragmatistic view of meaning: the sense and the meaning of objects are in the mental habits and behavior they are able to produce. Then, it is a matter of searching the sense of things in the ways through which the objects are able to influence and guide our will to act and think. This has significance not only in the everyday practice, but also in the mental formation (e.g. preferences, ideological positioning, etc.), starting with the idea that «what a thing means is simply what habits it involves» (CP 5.400).

References

BANDINI BUTI, Luigi (2008), Ergonomia olistica. Il progetto per la variabilità umana, FrancoAngeli, Milano.

BARTHES, Roland (1957), Mythologies, Seuil, Paris (Miti d’oggi, trad. di Lonzi Lidia, Einaudi, Torino 1974).

BIANCHI, Cinzia, MONTANARI, Federico, ZINGALE, Salvatore (2010), a cura di, La semiotica e il progetto 2. Spazi, oggetti, interfacce, FrancoAngeli, Milano.

BOCCHI, Gianluca, CERUTI, Mauro (2002), a cura di, Origini della scrittura. Genealogie di un’invenzione, Bruno Mondadori, Milano.

BONFANTINI, Massimo Achille (1987), La semiosi e l’abduzione, Bompiani, Milano.

BONFANTINI, Massimo Achille (2015), Peirce e il materialismo storico pragmaticista, in BONFANTINI Massimo Achille, FABBRICHESI Rossella, ZINGALE Salvatore, (2015), a cura di, Su Peirce. Interpretazioni, ricerche, prospettive, Bompiani, Milano.

BONFANTINI, Massimo Achille, FABBRICHESI, Rossella, ZINGALE, Salvatore (2015), cura di, Su Peirce. Interpretazioni, ricerche, prospettive, Bompiani, Milano.

BONFANTINI, Massimo Achille, TERENZI, Marina Tatiana (2004), a cura di, Come inventare e progettare alla maniera di Poe. Filosofia della composizione, Moretti Honegger, Bergamo.

BONFANTINI, Massimo Achille, ZINGALE, Salvatore (1999), a cura di, Segni sui corpi e sugli oggetti, Moretti Honegger, Bergamo.

DENI, Michela (2002), Oggetti in azione. Semiotica degli oggetti: dalla teoria all’analisi, FrancoAngeli, Milano.

DENI, Michela; PRONI, Giampaolo, (2008), a cura di, La semiotica e il progetto. Design, comunicazione, marketing, FrancoAngeli, Milano.

ECO, Umberto (1968), La struttura assente, Bompiani, Milano.

ECO, Umberto (1997), Kant e l’ornitorinco, Bompiani, Milano.

FADDA, Emanuele (2006), Lingua e mente sociale, Bonanno, Acireale-Roma.

FADDA, Emanuele (2013a), Peirce, Carocci, Roma.

FADDA, Emanuele (2013b), «Regola vs. abito. Lingue e altre istituzioni, tra prassi e poiesi», in Rivista Italiana di Filosofia del Linguaggio, pp. 61-72, disponibile su http://www.rifl.unical.it/index.php/rifl/article/view/198.

FLUSSER, Vilém (1993), Vom Stand der Dinge. Eine kleine Philosophie des Design, Steidl Verlag, Göttingen (Filosofia del design, trad. it. Bruno Mondadori, Milano 2003).

GEERTZ, Clifford (1973), The Interpretation of Cultures, Basic Books, New York (Interpretazione di culture, trad. di Bona E. e Santoro M., il Mulino, Bologna 1987).

GELB, Ignace Jay (1952-1963) A Study of Writing: The Foundations of Grammatology, University of Chicago Press, Chicago (Teoria generale e storia della scrittura. Fondamenti della grammatologia, trad. di De Castro Luis Lerate, Egea, Milano, 1993).

LANDOWSKI, Eric (2005) Les Interactions risquées, Presses Universitaires de Limoges e du Limousin, Limoges (Rischiare nelle interazioni, trad. it. FrancoAngeli, Milano 2010).

LANDOWSKI, Eric; MARRONE Gianfranco (2002), a cura di, La società degli oggetti. Problemi di interoggettività, Meltemi, Roma.

LEROI-GOURHAN, André (1965) Le Geste e la Parole II. La memoire et les rithmes, Albin Michel, Parigi (Il gesto e la parola, vol. 2., trad. di Zannino Franco, Einaudi, Torino 1977).

LORUSSO, Anna Maria (2014), «L’abito in Peirce. Una teoria non sociologica per la semiotica della cultura», in Rivista Italiana di Filosofia del Linguaggio, pp. 270-281, disponibile su http://www.rifl.unical.it/index.php/rifl/article/view/311.

MANGANO, Dario (2008), Semiotica e design, Carocci, Roma.

MANZINI, Ezio (2015), Design, When Everybody Designs. An Introduction to Design for Social Innovation, The MIT Press, Cambridge MA.

MARRONE, Gianfranco (2002), «Dal design all’interoggettività: questioni introduttive» disponibile su http://www.ec- aiss.it/biblioteca/pdf/landowski_marrone

_la_societa_degli_oggetti/1_marrone_dal_design_all_interoggettivita.pdf

MARSCIANI, Francesco (2007), Tracciati di etnosemiotica, FrancoAngeli, Milano.

MUNARI, Bruno (1981), Da cosa nasce cosa. Appunti per una metodologia progettuale, Laterza, Roma-Bari.

ONG, Walter (1982), Orality and Literacy: The Technologizing of the word,Taylor and Francis, Regno Unito (Oralità e scrittura. Le tecnologie della parola, trad. di Calanchi Alessandra, il Mulino, Bologna 1986).

PEIRCE, Charles Sanders (1931-1958), Voll. I-VI, 1931-1935, a cura di Ch. Hartshorne e P. Weiss; voll. VII-VIII, 1958, a cura di A. W. Burks, Harvard, Collected Papers of Charles Sanders Peirce, University Press, Cambridge (Mass.).

PEIRCE, Charles Sanders (2003), a cura di Massimo Achille Bonfantini, con la collaborazione di Gianpaolo Proni, Opere, Bompiani, Milano.

PRONI, Giampaolo (2012), La lista della spesa e altri progetti, FrancoAngeli, Milano.

REMOTTI, Francesco (2013), Fare umanità. I drammi dell'antropo-poiesi, Laterza, Roma-Bari.

SEMPRINI, Andrea (1996), L’oggetto come processo e come azione. Per una sociosemiotica della vita quotidiana, Esculapio, Bologna.

SEMPRINI, Andrea (1999), Il senso delle cose. I significati sociali e culturali degli oggetti quotidiani, FrancoAngeli, Milano.

SIMON, Herbert Alexander. (1969) The sciences of the artificial, MIT Press, Cambridge (Le scienze dell’artificiale, trad. di Trani A., il Mulino, Bologna 1988).

VEGETTI, Mario (1979), Il coltello e lo stilo, il Saggiatore, Milano.

VITTA, Maurizio (2001), Il progetto della bellezza. Il design fra arte e tecnica, 1851-2001, Einaudi, Torino.

ZINGALE, Salvatore (2009), Gioco, Dialogo, Design. Una ricerca semiotica, ATì Editore, Milano.

ZINGALE, Salvatore (2012), Interpretazione e progetto. Semiotica dell’inventiva, FrancoAngeli, Milano.

ZINGALE, Salvatore (2015), “This is my Design”. Lo spazio dell’abduzione nella progettualità, in BONFANTINI, Massimo Achille, FABBRICHESI, Rossella, ZINGALE, Salvatore (a cura di), Su Peirce. Interpretazioni, ricerche, prospettive, Bompiani, Milano.

ZINGALE, Salvatore (2016), «Qual semiótica para o design? A via pragmatista e a construção de uma semiótica do projeto», in Cadernos de Estudos Avançados em Design: Design e Semiótica, EdUemg, Barbacena.

Published
2016-10-31
How to Cite
Zingale, S. (2016) “Semiotica del progetto: la via pragmatista / Design Semiotics: The Pragmatistic Route”, Rivista Italiana di Filosofia del Linguaggio, 00. Available at: http://www.rifl.unical.it/index.php/rifl/article/view/366 (Accessed: 24January2021).